Torino 1911

Calendario 2009

Torino fu il motore politico e istituzionale del processo di unificazione nazionale. Prima capitale dell'Italia unita, Torino venne designata sede delle principali celebrazioni dell'Unità nazionale sia in occasione del cinquantenario nel 1911, sia del centenario nel 1961. Le celebrazioni furono in entrambi i casi un momento in cui la memoria storica si accompagnò alla valorizzazione del presente e alla proiezione di una idea di futuro. In occasione del Centocinquantesimo anniversario dell'Unità d'Italia, nel 2011, Torino e il Piemonte ospiteranno un grande evento per rivivere il passato ma soprattutto per riflettere sul futuro, toccando i temi dell'identità, della storia, della cultura e dello spirito d'innovazione della nostra Nazione.

Nel 1911, con l'Esposizione Internazionale delle Industrie e del Lavoro, Torino dimostrò di puntare al futuro, affermando il ruolo dominante dell'industria nel nuovo secolo che si apriva. Lungo le sponde del Po furono eretti decine di favolosi edifici che ospitavano i padiglioni dei Paesi partecipanti, dalla Francia all'Argentina, dalla Germania al Siam, dagli Stati Uniti all'Ungheria alla Serbia. Per l'occasione fu eretto un nuovo ponte monumentale sul Po, il villaggio alpino e quello eritreo, lo Stadium, la stadio più grande del mondo. L'Esposizione del 1911 esaltò i progressi della tecnologia e dell'industria: dal 29 aprile al 19 novembre 1911 giunsero a Torino oltre sette milioni di visitatori.

L'Esposizione del 1911 fu un evento unico nella storia del nostro Paese: cambiò la storia di Torino e ne fece la capitale industriale d'Italia. L'Associazione Atlantis propone in questo calendario alcune immagini tratte da "L'Esposizione di Torino 1911. Giornale ufficiale illustrato dell'Esposizione Internazionale delle Industrie e del Lavoro": l'evento del 2011 si deve ispirare a questo grande successo internazionale di un secolo fa per presentatare al mondo la nuovo Torino pronta alla sfida del futuro.

 

© 2014 Associazione Atlantis - C.F. 94050040016 - Iscritta al Registro delle Associazioni della Città di Torino al n. 1407